Network Nazionale Biodiversità Logo
Logo ISPRALogo Sistema Nazionale per la Protezione dell'AmbienteLogo Ministero per la transizione ecologica
Salta al contenuto

Conferenza ministeriale per i trent'anni di Rete Natura 2000 e per il Programma LIFE per l'ambiente e l'azione per il clima clima

Nel 2022 si celebra il 30° anniversario di Rete Natura 2000 e del Programma LIFE

Data:

09-05-2022

Conferenza ministeriale per i trent'anni di Rete Natura 2000 e per il Programma LIFE per l'ambiente e l'azione per il clima clima

Nel 2022 si celebra il 30° anniversario di Rete Natura 2000, la rete di aree protette più estesa e più complessa al mondo. Natura 2000 è nata nel 1992 con la Direttiva 92/43/CE "Habitat" per garantire la conservazione degli habitat naturali e delle specie di flora e fauna minacciati o rari a livello comunitario. Contemporaneamente alla direttiva "Habitat", è stato adottato il Programma LIFE, da allora ci sono state cinque fasi complete del programma ((LIFE I: 1992-1995, LIFE II: 1996-1999, LIFE III: 2000-2006, LIFE+: 2007-2013 e LIFE 2014-2020). È l'unico fondo europeo dedicato in maniera esclusiva alla protezione dell'ambiente e all'azione per il clima e, nel corso degli anni, si è trasformato da programma sperimentale in un vero e proprio pilastro delle politiche ambientali e climatiche dell'UE.

Per celebrare il 30° anniversario di Rete Natura 2000 e del Programma LIFE, la presidenza francese dell'UE e la Commissione Europea hanno organizzato una conferenza ministeriale che si è tenuta lo scorso 24 e 25 febbraio al Parlamento Europeo a Strasburgo. L'evento è stata l'occasione per fare il punto della situazione sui risultati raggiunti dalla Rete Natura 2000 e dal Programma LIFE e per verificare lo stato di attuazione in vista degli obiettivi del Green Deal Europeo, con particolare riferimento alla Strategia sulla biodiversità verso il 2030. I partecipanti hanno discusso su come arrestare la perdita di biodiversità attraverso l'attuazione di misure per migliorare lo stato di conservazione delle specie e degli habitat della rete Natura 2000, ripristinare gli ecosistemi e ridurre le pressioni antropiche, agire contro il cambiamento climatico e su come mobilitare finanziamenti adeguati. La conferenza si è chiusa con la Dichiarazione di Strasburgo sulla tutela della biodiversità che sottolinea l'impegno a rafforzare l'attuazione della Rete Natura 2000 (Direttive "Uccelli" e "Habitat") e a sostenere gli obiettivi della Strategia sulla biodiversità verso il 2030 e, in particolare, del piano dell'UE per il ripristino della natura.Le misure per la salvaguardia della biodiversità dovrebbero essere ulteriormente rafforzate migliorandone l'efficacia, il monitoraggio e la governance. È necessario poi ridurre le pressioni sulla natura e sostenere l'evoluzione verso pratiche compatibili con la conservazione biodiversità. È importante anche promuovere e riconoscere ulteriormente le opportunità che Natura 2000 offre per attività economiche sostenibili come base per lo sviluppo locale. I ministri europei dell'Ambiente e la Commissione Europea chiedono poi la semplificazione e l'agevolazione dell'accesso ai finanziamenti, nonché l'intensificazione dello stanziamento di fondi per la biodiversità anche attraverso l'introduzione di uno strumento finanziario dedicato alla protezione della biodiversità a livello europeo.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

17-05-2022 17:05